STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
io e la mamma di 1 mio amicoSverginato dalla mia collega Cristina, senza preservativoMassaggino?mia madre, la sua vita privata.amantiperfettiLa confessione della mia ragazzaAndrealo spettatore
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Mai come adesso
Scritta da: ManipolatorediMenti (1)

Ci eravamo conosciuti ormai 6 anni fa ed eravamo anche stati insieme i primi 2 anni e mezzo poi le cose non erano andate come speravamo e ci eravamo lasciati.
Due anni fa la svolta. Ero stato invitato ad un compleanno ad un ristorantino della zona, appena entro noto che le tavolate sono due e il cameriere ci avverte che avremo diviso la stanza con un altro compleanno.
Vi vedo arrivare e siete tutte donne penso che sarà una buona occasione per abbordare qualche bella ragazza, quando, da dietro la fila, ti scorgo nella tua camicetta bianca leggermente aperta sul tuo bel seno.
Mi vedi anche tu e saluti quasi con imbarazzo, era da tempo che non ci vedevamo.
La cena scorre tranquilla i bicchieri si susseguono come gli sguardi tra noi due.
Ho bevuto, forse troppo, ma anche tu hai lo sguardo vispo che ti viene quando alzi un po' il gomito.
Dopo la cena vieni verso di me, cominciamo a parlare, come due amici; mi racconti di te dei tuoi ex dopo di me dell'università del fatto che ti manco........ come??!!!? ho capito bene???!!! ti manco!!! ok buono a sapersi penso.
IO: "Dai andiamo fuori" ti dico ad un certo punto.
LEI: "ok aspetta che avverto le altre"
I: "ok" ed usciamo fra le battutine dei miei amici idioti.
Stiamo un po' fuori a chiaccherare ma la temperatura non aiuta così ti invito a venire da me.
Mi sorprendi perchè accetti senza discutere.
Siamo a casa mia metto un cd per farci compagnia, ti guardo e poi I:" allora mi dicevi che ti manco?"
L:" Sì cosa c'è di strano?"
I:"Non so il fatto che non andavamo d'accordo? Che anche a letto facevamo fatica? "
L:" Le persone sbagliano, ma a volte sanno rimediare"
I:" E dimmi mi hai pensato?"
L:" Certo è logico?"
I:" E ti sei toccata per me?" ecco l'ho detto, volevo solo pensarlo ma probabilmente l'alto tasso alcolico nel mio corpo ha fatto muovere anche la bocca come minimo mi aspetto uno schiaffo o che tu tene vada indignata; invece arrossisci.
I:" Non dirmi che lo hai fatto davvero" incalzo
L:" Dai non prendermi in giro lo sai che sono timida"
I:" Lo hai fatto o no ?" sbotto
L:" Senti l'ho fatto ok? Una è libera di pensare c'ho che vuole in certi momenti non credi?"
I:" Bene fammi vedere come hai fatto"
L:" ma sei fuori? tu devi aver bevuto troppo"
Mi avvicino ti lecco il collo dici no ma non mi convinci così insisto con una mano faccio saltare i primi due bottoni della camicia, abbasso il reggiseno e tiro fuori i tuoi bei seni 4 misura hai i capezzoli turgidi.
I:" MI vuoi?" ti sussurro all'orecchio
L:" Sì" mi rispondi
I:" cosa sei disposta a fare per me?"
L:" Cosa dovrei fare?" midici maliziosa
I:" Per cominciare spogliati per il tuo padrone"
L:" Padrone addirittura"
I:" Sì perchè? Ti da fastidio?"
L:" No no mio padrone nessun fastidio" dici cievttuola.
Cominci a spogliarti con fare da troietta, mi ecciti molto apri la camicia e la lanci al di là del divano poi via i pantaloni indossi un tanga rosso fuoco, via anche il reggiseno........ ti fermo.
I:" siediti sul divano" lo fai
I:" allarga le gambe e scosta il tanga"
L:" No dai mi vergogno"
I:" senti non te l'ho chiesto te l'ho ordinato se ti sta bene bene altrimenti quella è la porta" dico convinto più di quanto io stesso credevo di poter essere.
Esegui piano sei rossa in viso ai gli occhi lucidi di vergogna.
I:"Toccati per me"
cominci ad accarezzarti piano.
I:" Adesso leccati le dita e poi riportale sulla tua micina"
esegui.
I:" Non si ringrazia?"
L:" Grazie"
I:"Come non ho capito?"
L:" Grazie mio padrone" dici piano.
I:"Cosa vorresti puttanella è?"
L:"fare sesso con te?
I:" devi essere più porca se mi vuoi capito?"
L:" sì scusa padrone" bene, penso, cominci a capire.
I:" allora cosa vorresti?"
L:" Che tu mi fottessi come una cagna mio padrone"
I:" Sei bagnata?"
L:" Sì sono un lago scopami padrone ti prego?"
I:" Prima succhiami il cazzo"
sapevo che non ti era mai piaciuto farlo ero curioso di vedere come reagivi.
Ti fiondi sui miei pantaloni li apri abbassi i boxer e lo imbocchi + che puoi mi guardi mentre lo fai sembra davvero una troia da film.
I:" Ah però adesso ti piace?"
L:" Sì prima non volevo ma non sapevo cosa mi perdevo, poi un mio ex mi ha quasi costratta e adesso quasi mi piace il sapore della sborra dammela padrone dai"
I:" Non ancora troietta" tispingi sul divano ti apro le cosce ed entro piano cm dopo cm.
L:" Dai entra tutto d'un colpo ti prego ne ho bisogno"
non sento e continuo cm dopo cm.
Ti lamenti ancora ma inutilmente dopo una ventina di secondi ti sono dentro sospiri piano.
Adesso lo sfilo e questa volta t'impalo tutto d'un colpo; hai un sussulto e affondi le tue unghie sulla mia schiena.
Cominci a scoparti a ritmo cadenzato stantuffandoti come un treno.
L:" Dai scopami non lo ricordavo così grande mio padrone, mi piace dammelo di più"
I:" Convincimi a dartelo"
L:" Dai soddisfa la tua puttana è affamata di cazzi ne ha bisogno dammelo ti prego"
Mentre dici così rallento di nuovo
L:" No daI + forte ti prego + forte"
Mi si chiude la vena comincio a scoparti con violenza
L:" S^ dai così ecco il mio padrone stallone, scopa la tua serva lo voglio sempre dentro mi piaceeeeeeeeeeee"
I:" Lo vuoi puttana ti piace eppure prima lo facevamo una volta la settimana come i vecchi"
L:" Sono cambiata giuro mi piace adesso lo voglio sempre dammelo padroneeeeeee"
I:" Tieni prendi la mia sborra troiaaaaaaaaaaaaaa"
Ti riverso tutta la mia sborra nel tuo utero sento la tua vagina contrarsi al ritmo del piacere mi hai bagnato tutto.
Mentre sto finendo di venire sento lo stimolo della pisciata dovuta alle troppe bevute non so cosa mi prednde, ma, in quel momento, fartela dentro mi sembra la cosa più normale e comincio.
L:" No cosa fai fermo padrone fermo"
I:" ZItta da adesso sei mia serva e non puoi lamentarti"
L:" mi stai pisciando dentro porco sei un porco schifoso"
Dici così ma non ti divincoli rimani ferma ben piantata su di me. La pisciata comincia a sgorgare anche fuori.
L:"Oddio non credevo ma mi piace.... sono una lurida troia davvero odddio oddio vengo di nuovo" mentre dici così la tua fica comincia a contrarsi e l'urina schizza fuori come in uno di quei filamti di squirt da film porno.
Appena ci siamo calmati vado in bagno per darmi una sciacquata, mi aspetto che tu mi segua invece resti lì.
Al mio ritorno non c'eri di già più.
Non so perchè ma sono convinto che ci rivedremo......
ma questa è un'altra storia.......

Gradite correzioni e suggerimenti o anche solo curiosità 31885@libero.it

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 305): 5.46 Commenti (17)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10