STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
Incontro Inaspettato [8].due uomini e una donnaDa timida a soddisfattaUna serata da fotografarei collant di mia ziaDisperazione e Amore Vampire Storyl'apparenza ingannaDario92
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Orgia marina
Salve a tutti, vi voglio raccontare un fatto che è capitato qualche tempo fa, mentre ero al mare con la mia ragazza (Sara), una sua amica (Eleonora) e il suo ragazzo (Marco). Sara è una bella mora, terza abbondante di seno, culo sodo da pallavolista; Eleonora ha delle tette grosse e sode e un culo da fantasia. Marco ha la classica pancetta da birra, io ho un fisico abbastanza muscoloso e definito.
Una sera, dopo essere rientrati a casa, decidiamo di giocare a carte. Complice il fatto che avevamo bevuto un po', scegliamo il classico strip poker. All'inizio io e Marco non eravamo d'accordo sul fatto di vedere nude le nostre fidanzate davanti ad altri, ma poi Eleonora ci convinse: "dai ci vedete tutti i giorni in costume, dov'è il problema?".
Iniziammo quindi a giocare, tutti ci impegnavamo per vedere chi si sarebbe spogliato prima. Io, dopo una mano particolarmente sfortunata, rimasi con solo i boxer addosso. Nulla di strano, in spiaggia indossavo il costume da nuoto, ma quella sera il mio pene si era indurito, per via della situazione e della mia ragazza seminuda. Eleonora se ne accorse, e con una faccia da gran maiala si alzò e si avvicinò a me.
"Cosa abbiamo qui? Siamo eccitati?" e inizia a toccarmelo. Sara, in fianco a me, impallidisce: "sei pazza, che fai?! Lui è il mio ragazzo!!"
"Non preoccuparti, è solo una toccatina per dare pepe alla serata" risponde lei. Marco, dal canto suo, tirò Eleonora verso di sé, ma ormai lei era andata, continuava a toccarmi l'asta, che nel frattempo era diventata un blocco di marmo. "Eddai amore lasciami, non ti eccita vedere che tocco un altro uomo?" dice Eleonora mettendosi a cavalcioni su di me. "Non ti eccita vedermi sul suo cazzo??". Io stavo morendo, avevo le sue enormi tette davanti agli occhi e il pene che esplodeva. Inizio a sculacciala a a slinguazzarla per bene, con lei che si muove sul mio pisello ritmicamente. Sara, pazza di gelosia, si lancia su Marco, gli leva le mutande e inizia a segarlo: "vediamo se questi due si accorgono di qualcosa". Io lo vedo, ma non riesco a staccarmi dal corpo di Eleonora, le sue tette mi fanno impazzire. Allora Sara inizia con i pompini inginocchiandosi davanti a Marco. Eleonora se ne accorge: "vediamo chi li fa meglio", mi leva i boxer e parte a succhiare. Mi sento esplodere, lei mi lecca cappella e palle, succhia, aspira, espira, mi manda in confusione. La fermo, non voglio venire subito, ma il mio pisello è gonfio di sperma. Entrambe prendono la pillola, perciò la piego, le levo le mutande e con un urlo la penetro. Lei inarca la schiena, urla come una pazza mentre io me la sbatto con violenza. Marco se ne accorge, si alza per bloccarmi, ma poi decide di vendicarsi. Prende Sara, la stende sul tavolo e la fotte con tutto sé stesso. Le due amiche sono così vicine che iniziano a baciarsi a ritmo dei nostri cazzi che le distruggono. Io non reggo più, quell'immagine è una cosa stupenda, accelero il ritmo delle spinte ed Eleonora lancia un acuto da spaccare i vetri: "oddio così mi sfondi, fai piano, fai piano, vengo vengo vengo aaaaaahahahahha", sento liquidi colare dalle cosce, ma non mi importa, voglio dominarla, voglio che pensi al mio cazzo mentre scopa Marco, continuo a fotterla, senza rallentare un attimo. Marco intanto è impallidito, Eleonora non ha mai urlato tanto. Accelera anche lui, ma Sara non risponde allo stesso modo, urla si, ma meno forte. Quell'immagine mi fa impazzire, e io accelero ancora. Eleonora si dimena, la sto massacrando, il mio cazzo è un martello pneumatico che la sta spaccando in due. In preda all'eccitazione esco e lo punto verso il culo: "posso incularti brutta troia?". "certo che puoi, sono la tua brutta troia schiava, fammi quello che vuoi" risponde. Non aspettavo altro, con una spinta potente entro, lei urla come non mai, si contorce e mi dice di fare piano. "Stai ferma troia!" le ordino, "non puoi dettare legge". Spingo sempre di più, il ritmo è elevatissimo, lei urla urla e urla. Alla fine non ne posso più, esco dal culo: "ora me lo pulisci per bene e assaggi il mio sperma" le dico. La troia non si fa pregare e mi spompina da dio, e io vengo con un urlo, riempiendo faccia, tette e pavimento. Ansimo, ma il mio pisello è ancora duro, così la piego a terra, la penetro ancora e le dico "lecca via il mio sperma dal pavimento".
"Si padrone, come vuoi".
"Ti piace leccare il m io sperma eh cagna, ti piace vero?"
"Si, lo adoro".
Marco non ne può più, lo sento venire dentro Sara. Eleonora nel frattempo ha pulito tutto da brava cagnolina. "Abbaia cagna, abbaia perché hai obbedito al tuo padrone". "Wof wof" fa lei.
Mi sono divertito abbastanza, ma la mia asta è ancora in tiro, e mi dirigo verso Sara. Lei non si fa pregare, accoglie il mio pene nella sua figa ancora grondante di sperma, mentre Eleonora pulisce il cazzo di Marco. Andiamo avanti così per un po', io che mi fotto la mia ragazza in ogni modo possibile, in tutti i buchi possibili, Marco che si fa segare da Eleonora. L'ho massacrata al punto che le fa male anche toccarsi la figa da fuori. Alla fine vengo sulla faccia della mia ragazza, e faccio pulire il tutto ad Eleonora, che non ne ancora abbastanza. Sono ansimante e distrutto.
Dopo una doccia io e Sara ci addormentiamo abbracciati. Ora siamo tornati a casa dal mare, ma queste serate di carte le facciamo molto spesso.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 18): 7.28 Commenti (9)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10